L’ultimo bagno in piscina. Otto anni dopo (pt. 1)


Con il sole che picchiava sull’asfalto, in una domenica mattina senza una nuvola e con temperature sopra i 35°, un bel bagno al coperto sarebbe stato davvero l’ideale. Purtroppo, però, sapevamo già che la piscina dov’eravamo diretti fosse da anni prosciugata, dismessa, abbandonata.

L’ex impianto sportivo si trova in un rione popolare, costruito nel bel mezzo di un complesso di edifici mastodontici, palazzoni tipici delle affollate aree dell’hinterland campano. Ma tutt’intorno, complice il caldo e la giornata domenicale, regnava il silenzio. L’accesso è stato piuttosto agevole, non abbiamo visto cartelli né segni di sigilli, e il primo ambiente che ci si è parato davanti è stato un’ampia palestra, ormai del tutto svuotata. Stessa sorte per gli spogliatoi, riconoscibili solo dalle targhette.

Raggiunta la piscina, abbiamo trovato solo macerie, terriccio, frammenti della struttura caduta in pezzi, ma nemmeno una goccia d’acqua, né altro che rimandasse agli anni in cui questo impianto era ancora in funzione: chiuso alla fine dell’estate del 2011, ha dovuto cessare una carriera più che ventennale per mancati accordi col Comune. Questo è ciò che ne resta.

La sala macchine è tra le poche stanze che conservino una minima traccia del passato. Intorno, corridoi vuoti, calcinacci, e la saracinesca ammaccata di un piccolo bar, di cui sono rimasti solo i poster dei gelati su una parete. L’ultima sezione da vedere è quella del campo da basket, con tanto di spalti. I canestri non sono stati rimossi, ma giacciono rovesciati al suolo.

Non solo incuria e abbandono: in tempi recenti è stato denunciato (ed estinto) un incendio doloso di materiali plastici tra le mura della piscina abbandonata. Come sempre, il rischio primario è quello del vandalismo, se non quello peggiore di usi criminali degli spazi abbandonati e dimenticati.

Grazie a qualche ulteriore ricerca abbiamo scoperto che la stessa Società gestiva in altra zona una piscina ben più ampia, parte di un immenso centro polisportivo. Curiosamente, anch’esso fallito, ma solo un anno fa. Noi non abbiamo perso tempo e l’abbiamo visitato: clicca qui per la seconda parte.


Categoria: impianto sportivo
Tipologia: piscina
Stato: abbandono e degrado
Dintorni: densamente abitati
Durata della visita: 30-60 minuti
Aggiornamento: luglio 2019

Condividi su: